PRIMO PIANO

Restauro di una fontana pubblica: spetta l’art bonus

14 Agosto 2023 in Notizie Fiscali

Con Risposta a interpello n 414 del 3 agosto l'Agenzia delle Entrate chiarisce che rientrano nell'art bonus le erogazioni liberali al Comune per la manutenzione di una fontana di interesse storico e artistico "bene culturale pubblico".

Nel patrimonio immobiliare del Comune istante rientra appunto una ''Fontana'', monumento pubblico.

Tale monumento, soggetto a tutela ai sensi del decreto legislativo 42 del 2004, si trova in cattivo stato conservativo. 

Vista la necessità di un intervento di restauro completo ed accurato sulla scultura e il suo basamento e uno di tipo manutentivo sulla vasca della Fontana, l'Ente intende  promuovere l'intervento stesso presso mecenati. 

Considerato che i predetti contributi sono destinati a specifico sostegno dell'attività di manutenzione e restauro del monumento, l'Istante chiede se può fruire del  credito d'imposta di cui all'articolo 1 del decreto legge 31 maggio 2014, n. 83 (Art bonus) spettante a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. 

Le Entrate  dopo aver riepilogato i requisiti della agevolazione, con riferimento alla fattispecie in esame, al fine di giungere ad una definizione condivisa della questione, sottolinea che è stato necessario acquisire il parere dal competente Ministero della Cultura. 

Il Ministero ha affermato che, in merito all'applicabilità dell'agevolazione fiscale prevista dall'articolo 1 del decreto legge n. 83 del 2014, ad erogazioni liberali destinate al sostegno del progetto di restauro e manutenzione della Fontana «in forza del dato normativo, possono accedere al beneficio fiscale di cui all'articolo 1 del decreto legge 31 maggio 2014, n. 83, soltanto le erogazioni liberali in denaro effettuate «per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (…)»

Ne risulta che, in ragione del riscontro in concreto del requisito dell'appartenenza pubblica del monumento, sembra potersi concludere nel senso della ammissibilità all'agevolazione fiscale c.d. Art bonus delle erogazioni liberali destinate a sostenere le relative attività di manutenzione e restauro»

In riferimento alla possibilità di perseguire i propri fini istituzionali approntando un sistema di contabilizzazione delle erogazioni liberali ricevute con finalità esclusiva di  restauro e  manutenzione  della  Fontana, a  garanzia dei benefattori mecenati, si evidenzia che, come chiarito con la citata circolare n. 24/E del 2014 (cfr. paragrafo 6), l'articolo 1,  comma  5,  della legge  29 luglio  2014,  n.  106, prevede che i soggetti  beneficiari delle erogazioni liberali comunichino,  mensilmente, al Ministero  della  cultura  l'ammontare delle erogazioni ricevute nel  mese  di  riferimento,  provvedendo, inoltre, a  dare pubblica comunicazione  di tale ammontare, nonché  della destinazione  e l'utilizzo delle erogazioni stesse, tramite un'apposita pagina dedicata e facilmente  individuabile nei propri siti web istituzionali, nonché in un apposito portale, gestito dallo stesso Ministero.

Sulla base del  richiesto  parere  del  Ministero della  Cultura  si ritengono, pertanto, ammissibili all'Art bonus i contributi a sostegno  dell'attività di manutenzione e restauro della Fontana da parte del Comune istante, nel  rispetto delle illustrate valutazioni.

Allegati:

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile