PMI » Agevolazioni e Controllo PMI » Agevolazioni per le Piccole e Medie Imprese

Ecobonus Retrofit: dal 1 luglio le domande per il GPL

28 Giugno 2024 in Notizie Fiscali

Con avviso pubblicato sul proprio sito istituzionale, il MIMIT informa che a partire dalle ore 10.00 di Lunedì 1° luglio 2024 sarà possibile prenotare i contributi per l’acquisto e l’installazione – su veicoli di categoria M1 con classe ambientale non inferiore a Euro 4 – di impianti di alimentazione a GPL o metano dotati di appositi codici di omologazione effettuata ai sensi della normativa italiana oppure ai sensi del Regolamento UN n.115.

Le nuove agevolazioni sono disponibili per ordini e installazioni di impianti effettuati dopo l’entrata in vigore del DPCM 20 maggio 2024, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 maggio 2024.

Il contributo varia a seconda della tipologia di impianto, vediamo tutte le regole.

Ecobonus Retrofit: dal 1 luglio le domande per il GPL

Con il Decreto Retrofit del 3 giugno vengono stabilite le regole per la novità che riguarda la misura “Ecobonus – Retrofit”, rivolta a chi intende installare impianti di alimentazione a GPL e metano su veicoli di categoria M1. 

La data di avvio per prenotare i contributi “Ecobonus – Retrofit” è fissata al 1 luglio.

Il decreto 3 giugno prevede che in attuazione di quanto previsto dall’articolo 5, comma 4, del  DPCM 20 maggio 2024 si individuano le modalità di attuazione per il riconoscimento, per l’anno 2024, del contributo per l'installazione di impianti nuovi a GPL o a metano per l’autotrazione su veicoli di categoria M1 omologati, di cui al comma 1, dell’articolo 5, del DPCM 20 maggio 2024.

In particoalre, alle persone fisiche che installano un impianto di alimentazione a gas per autotrazione, nuovo di fabbrica, su un veicolo di categoria M1 omologato in una classe non inferiore a Euro 4, è riconosciuto un contributo fisso pari a:

  • a) euro 400,00 per gli impianti di alimentazione a GPL; 
  • b) euro 800,00 per gli impianti di alimentazione a metano. 

Il contributo di cui al primo comma è riconosciuto per le installazioni effettuate dalla data di entrata in vigore del DPCM 20 maggio 2024, ovvero dal 25 maggio 2024 al 31 dicembre 2024 e potrà essere richiesto a decorrere dalla data di apertura di un apposito sistema informatico del MIMIT di prossima attivazione.

I contributi sono riconosciuti alle seguenti condizioni:

  • a) che, alla data di installazione dell’impianto di alimentazione a gas, il veicolo non sia omologato come alimentato a GPL o a metano o a doppia alimentazione; 
  • b) che l’impianto di alimentazione a gas, GPL o metano, oggetto di installazione sia nuovo di fabbrica e completo di tutte le sue componenti; 
  • c) che nella fattura attestante l’acquisto e l’installazione dell’impianto di alimentazione a gas, emessa in data successiva, al 25 maggio 2024, sia indicata la misura dello sconto praticato in ragione del contributo statale. 

Leggi Ecobonus Taxi: il via da oggi 17 giugno per le novità su questa misura.

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile