PRIMO PIANO

Autobus elettrici turistici: fino a 70mila euro per le imprese

21 Ottobre 2022 in Notizie Fiscali

Viene Pubblicato in GU n 246 del 20 ottobre 2022 il Decreto MIT del 15 luglio con le modalità di  erogazione delle risorse finanziarie,  destinate ad incentivare le imprese autorizzate all'esercizio della professione di trasportatore su strada di persone a investire nel rinnovamento del parco autobus ad elevata sostenibilità ecologica ad  alimentazione alternativa o a gasolio euro VI step E. Già con un comunicato stampa del 18 luglio 2022 il MIT Ministero della transizione ecologica informava le imprese interessate di nuovi incentivi, pari a 50 milioni di euro totali, per l’acquisto di autobus ecologici di ultima generazione da destinare ai servizi di lunga percorrenza e turistici

Nello specifico, gli incentivi sono rivolti alle imprese di trasporto passeggeri per l’acquisto di:

  • autobus nuovi di fabbrica ad elevata sostenibilità ecologica, 
  • con eventuale e contestuale rottamazione di mezzi obsoleti. 

Autobus ecologici turistici: nuovi incentivi fino a 70mila euro per le imprese

Il fondo di cui al capitolo  7251,  piano  gestionale  5,  salvo quanto previsto al comma 2 e all'art. 1, comma 1,  per  finanziare  i seguenti investimenti relativi all'acquisto, anche mediante locazione finanziaria e patto di riservato dominio, è così ripartito:

a) 20.000.000 euro per autobus M2 ed M3 di  classe  B,  nuovi  di fabbrica, ad alimentazione:

1) elettrica (full electric), per  un  incentivo  pari  a  euro 50.000;

2) ibrida (diesel/elettrico), per un incentivo massimo  pari  a euro 40.000;

3) CNG e LNG, per un incentivo massimo pari a euro 30.000;

b) 5.000.000  euro  per  autobus  M3  di  classe  III,  nuovi  di fabbrica, ad alimentazione:

1) elettrica (full electric), per  un  incentivo  pari  a  euro 70.000;

2) ibrida (diesel/elettrico), per  un  incentivo  pari  a  euro 60.000;

3) CNG e LNG, per un incentivo pari a euro 50.000

c) 5.000.000 euro per autobus nuovi di fabbrica, ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o categoria superiore:

1) M2 di classe B con un incentivo pari 20.000;

2) M3 di classe B con un incentivo pari euro 30.000;

d) 20.000.000 euro  per  autobus  M3  di  classe  III,  nuovi  di fabbrica, ad alimentazione a gasolio, con motore euro  VI  step  E  o categoria superiore con un incentivo pari ad euro 40.000.
Alle imprese che, contestualmente all'acquisizione di un autobus di cui al comma 1, lettere  a)  e  b),  dimostrino  anche  l'avvenuta radiazione per rottamazione di un autobus di classe inferiore ad euro VI, viene riconosciuto un aumento dell'incentivo pari ad  euro

5.000 qualora quest'ultimo,  a  pena  di  inammissibilità  sia  stato  in disponibilità per almeno un anno antecedente all'entrata  in vigore del presente decreto.

Non sono  cumulabili  gli  incentivi  relativi  ad  un  medesimo autobus, erogabili ai sensi di  differenti  misure  d'incentivazione, allorché i costi ammissibili siano i medesimi. 

Come specificato nel comunicato del MIT gli incentivi vanno:

  • da 70.000 euro per l’acquisto di autobus elettrici con oltre ventidue post(quelli per i servizi turistici) 
  • a 50.000 euro  per gli autobus elettrici con un numero di posti fino a ventidue e per quelli a Cng e Lng oltre ventidue posti,
  • a 40.000 euro per gli autobus alimentati a gasolio con più di ventidue posti, 
  • a 20.000 euro per i mezzi sempre  a gasolio fino a ventidue posti di massa non superiore a cinque tonnellate. 

A queste cifre si aggiunge la maggiorazione di 5.000 euro per ogni veicolo rottamato di classe inferiore a euro VI.

Attenzione al fatto che con successivo decreto direttoriale saranno emanate le disposizioni per presentare la domanda.

Di seguito le tabelle allegate al comunicato del MIT


Allegati:

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile