PRIMO PIANO

Contributi Enpap psicologi 2024: aliquote e scadenze

19 Marzo 2024 in Domande e risposte

Le scadenze  relative  ai versamenti dei contributi previdenziali dovuti  dagli psicologi iscritti all'Enpap, sono due:

  • 1° marzo, versamento dell’acconto,pari al 70% dei contributi soggettivo e integrativo dovuti nell’anno precedente (cosiddetto METODO STORICO). Se la percentuale così calcolata risulta inferiore ai contributi minimi, saranno dovuti questi ultimi. 
  • 1° ottobre, presentazione della comunicazione reddituale e versamento del saldo.

Contributi psicologi compilazione dichiarazione reddituale

Per l'invio della dichiarazione  è necessario:

  1. accedere all' Area Riservata e selezionare la voce “Comunicazioni reddituali e saldo”.
  2.  Cliccare su “inserisci comunicazione reddituale”, seleziona anno 2022.
  3. inserire i dati reddituali dell’anno 2023 (reddito netto e corrispettivi lordi) e selezionare la percentuale di contributi pensionistici da versare, scegliendo un’aliquota tra il 10% e il 30% del reddito professionale netto 

ATTENZIONE per la scelta migliore ai fini previdenziali  è presente un simulatore del “guadagno fiscale“.

Ultimata la compilazione della comunicazione annuale si ottiene  l'importo dovuto e  le diverse modalità di  versamento.

In caso di inserimento di dati reddituali errati, è possibile presentare una nuova comunicazione  che sostituisce  la precedente.

ATTENZIONE  La tardiva compilazione comporta l’applicazione di sanzioni.

Aliquote contributi previdenziali psicologi

Si ricorda che sono dovuti:

  1. un contributo soggettivo del 10% (minimo  di euro 856,00)  sul reddito professionale  fino a 103.055 euro e 
  2. un contributo integrativo  del 2% sul volume d'affari

Il contributo soggettivo puo essere volontariamente aumentato fino al 30% con incrementi di 2 punti percentuali.

Gli iscritti dal 1. 1 .  2023 non sono tenuti al versamento dell'acconto ne alla dichiarazione.

Il contributo di maternità 2023  era stato fissato a 130 euro. Non è stato ancora  reso noto l'importo 2024 

Riduzioni del contributo soggettivo minimo psicologi

È previsto il versamento del contributo minimo  in misura ridotta (pari a euro 856,00) se ricorrono le   seguenti condizioni:

▪ euro 428,00 (50% del contributo soggettivo minimo) per coloro che rientrano in uno dei  seguenti casi:

  • per chi ha svolto nel corso dell’anno 2023 attività di lavoro dipendente (non necessariamente  in qualità di psicologo) anche se part-time oltre all’attività libero professionale. I redditi fiscalmente assimilati a quelli di lavoro dipendente (es. collaborazioni coordinate e continuative) non consentono tale riduzione;
  • ultra 57enni pensionati di altro Ente di previdenza obbligatoria;
  • chi si sia trovato  per almeno sei mesi, nel corso dell’anno 2023, in condizione  d’inattività professionale per inabilità dovuta a malattia o a maternità “a rischio”;
  • o  titolari di pensione erogata dall’ENPAP, la cui decorrenza ricada nell’anno  2023;

▪ euro 286,00 (un terzo del contributo soggettivo minimo) per coloro che sono stati iscritti  all’ENPAP a partire dall’anno 2021 (o anni successivi);

euro 172,00 (un quinto del contributo soggettivo) per coloro che nel corso dell’anno 2023  hanno conseguito un reddito netto professionale inferiore a euro 1.712,00.

Contributi psicologi: modalità di versamento 

E' possibile rateizzare sia l'acconto che il saldo, fino a 150 giorni oltre la scadenza con la sola applicazione degli interessi pari allo 0,225% mensile (2,70% annuo), effettuando le diverse tranches di versamenti, con importi a propria scelta.

I versamenti devono essere effettuati secondo le seguenti modalità:

  • PagoPA
    Vi si accede direttamente dal calcolo dell’acconto presente nell’Area Riservata del sito ENPAP.
  • F24
    Attraverso il modello F24 è possibile effettuare, anche in più soluzioni, i versamenti degli importi dovuti all’ENPAP.
    A tal fine, sono state istituite le seguenti causali di versamento:
    causale descrizione causale
    ECTR da utilizzare per il versamento dei contributi (acconto e/o saldo)
    EINT da utilizzare per il versamento degli interessi
    ESNZ da utilizzare per il versamento delle sanzioni
    ERPS da utilizzare per il versamento dei contributi dovuti a seguito di domanda di riscatto periodi di studio
    EAPR da utilizzare per il versamento dei contributi dovuti a seguito di domanda di riscatto degli anni di esercizio professionale precedenti la fondazione dell’Ente

    In sede di compilazione del modello F24, le suddette causali devono essere esposte nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” (secondo riquadro) in corrispondenza, esclusivamente, delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando:

    • nel campo “codice ente”, il codice “0007”;
    • nel campo “codice sede”, nessun valore;
    • nel campo “codice posizione”, nessun valore;
    • nel campo “periodo di riferimento da mm/aaaa”, l’anno di competenza del contributo da versare, nel formato “aaaa (non valorizzare il mese oppure valorizzare a zero “00”);
    • nel campo “periodo di riferimento a mm/aaaa”, nessun valore oppure valorizzare a zero l’anno di competenza del contributo da versare nel formato “aaaa” (“0000”) o ripetere l’anno di competenza del contributo nel formato “aaaa” (il mese non è da valorizzare oppure valorizzare a zero “00”);
    • nel campo “importi a credito compensati”, nessun valore.
  • Bonifico bancario
    Per il pagamento tramite bonifico bancario, è necessario utilizzare le seguenti coordinate bancarie:
    beneficiario     ENPAP-Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi presso Banca Popolare di Sondrio, sede di Roma
     IBAN  IT02Y0569603211000077000X83
     BIC/SWIFT POSOIT22
    causale unica

    Per il versamento di contributi (acconto o saldo), interessi e sanzioni la causale è unica ed è composta dal tuo codice fiscale seguita dalla lettera R e l’anno di riferimento.

    Ad esempio per i redditi 2020 dovrai indicare:
    codice fiscale iscritto R20

  • Carta di credito ENPAP
    Questa modalità è riservata agli iscritti già in possesso di Carta di Credito ENPAP, che potranno effettuare il pagamento direttamente online attraverso l’Area Riservata. La Carta di Credito ENPAP consente di effettuare i versamenti e avere l’addebito dell’importo sul proprio conto bancario il mese successivo. Sarà sufficiente inserire l’importo da versare, selezionare la causale e seguire la procedura. Accedi all’Area Riservata, seleziona la voce “CARTA ENPAP E ALTRI SERVIZI BANCARI” e clicca su “Pagamenti on line”. 

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile