FISCO » IRPEF » Cedolare secca

Cedolare secca 2021: con quali codici tributo posso versare l’imposta?

26 Agosto 2021 in Domande e risposte

Il canone di locazione relativo ai contratti di immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente, può essere assoggettato alla cedolare secca in sostituzione:

  • dell'Irpef e delle relative addizionali;
  • delle imposte di registro e di bollo sul contratto di locazione;
  • delle imposte di registro e di bollo sulla risoluzione e sulle proroghe del contratto di locazione.

Il pagamento della cedolare secca può essere sostenuto sia in forma rateale che in un'unica soluzione. I codici tributo da indicare nel modello di pagamento unificato F24 per il versamento di questa imposta sono i seguenti:

  • 1840: prima rata di acconto
  • 1841: seconda rata di acconto o unica rata
  • 1842: saldo

Si precisa che in sede di compilazione del modello di versamento F24, i codici tributo devono essere esposti nella “Sezione Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati” con evidenza dell’anno d’imposta cui si riferisce il versamento. In particolare per i codici tributo “1840” e “1842” nel campo“rateazione/regione/prov./mese rif.” è riportato il numero della rata nel formato “NNRR”in cui:

  • “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento
  • “RR” indica il numero totale delle rate. 

Esempio di compilazione F24

Si propone un esempio di compilazione del modello F24 in base ai seguenti dati:

  • importo da versare cedolare secca: 1.800 euro
  • anno di imposta per cui si effettua il pagamento: 2020
  • numero di rate: 6
  • pagamento della prima rata: 300 euro

 Ecco la modalità di compilazione del modello F24:

Codice tributo: 1840
Rateazione/Rehione/prov/mese rif: 0106
Anno di riferimento:2020
Importi a debito versati:300,00

                                                                            

Allegati:

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile