FISCO » Agevolazioni per le persone fisiche » La casa

Bonus casa under 36: posso avere il bonus se acquisto con chi non ha i requisiti?

3 Novembre 2021 in Domande e risposte

Il bonus casa under 36 consente a certe condizioni di beneficiare di una agevolazione fiscale sulle imposte relative all'acquisto dell'immobile prima casa. 

In particolare, possono beneficiare del bonus prima casa:

  • i giovani con meno di 36 anni 
  • con un Isee non superiore 40mila euro 
  • che acquistano un’abitazione entro il 30 giugno 2022. 

Bonus casa under 36: acquisto in comproprietà

Una contribuente domanda  quanto segue: "Sto acquistando una casa che sarà intestata a me, che ho 34 anni e Isee inferiore a 40.000 euro, e ad altra persona over 36. Il notaio dice che non posso usufruire delle agevolazioni under 36, è così?
Le Entrate con risposta pubblicata sul sito internet della propria rivista FiscoOggi chiariscono che:

  • quando due persone acquistano un immobile ad uso abitativo, 
  • ma solo uno degli acquirenti ha i requisiti per richiedere le agevolazioni “prima casa under 36”.
  • la persona avente diritto potrà beneficiare delle agevolazioni per la quota di sua spettanza (Circolare n 12/2021

Pertanto, il soggetto under 36, avente anche tutti gli altri requisiti richiesti, usufruirà dell’esenzione dal pagamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale o, se l’acquisto è soggetto a Iva, del credito d’imposta pro quota.

L'altra persona over 36 si troverà di fronte a questa situazione:

  • se ha diritto, comunque, solo all’agevolazione “prima casa”, beneficerà degli effetti della relativa disciplina, pagando sulla sua quota l’imposta di registro agevolata (2% sul valore dell’immobile, con un importo minimo di 1.000 euro) e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna. Se l’acquisto è soggetto a Iva, invece, saranno dovute l’Iva agevolata al 4% e le imposte di registro, catastale e ipotecaria nella misura fissa di 200 euro ciascuna
  • se non ha diritto ad alcuna agevolazione, sulla sua quota pagherà le imposte in misura ordinaria (imposta di registro del 9%, con un importo minimo di 1.000 euro, e imposte ipotecarie e catastali nella misura di 50 euro ciascuna; se l’acquisto è soggetto a Iva, invece, saranno dovute l’Iva ordinaria al 10% e le imposte di registro, catastale e ipotecaria nella misura fissa di 200 euro ciascuna).

Leggi anche Bonus casa under 36: le regole per averlo nella Circolare delle Entrate

Studio Bossalini - Commercialista e Revisore Contabile